1. Caricamento

La pala caricatrice trasporta il cippato, la corteccia o la segatura dal magazzino al cosiddetto “moving floor”, dove l’impianto di trasportatori a catena carica il materiale combustibile nel forno di combustione.

In media vengono caricate 30 pale al giorno, nei mesi invernali fino a 100.

2. Combustione

Con il cippato si produce calore: la combustione della biomassa avviene nel forno. Un sistema speciale regola automaticamente la combustione, garantendo così il massimo livello di efficienza di combustione.

Grazie all’integrazione del filtro elettrico e del condensatore di fumi l’emissione di gas di scarico è ridotta al minimo.
di più ...

3. Produzione di energia elettrica

Nella centrale è stato installato il primo modulo ORC in Alto Adige, uno dei più grandi in Europa che produce circa 1500 kW di energia elettrica.

Nella caldaia, attraverso la combustione della biomassa, si produce energia, che va a riscaldare l’olio termico. Tale energia mette in azione le turbine, il generatore consente di trasformare l'energia meccanica in energia elettrica. Il calore in eccesso è usato per il teleriscaldamento dei due comuni.
di più ...

4. La rete di teleriscaldamento

La rete di teleriscaldamento è composta di due condotte isolate, una di mandata e una di ritorno. Quella di mandata fa arrivare l’acqua calda ai singoli utenti.

Tramite una stazione di trasmissione il calore raggiunge l’impianto di riscaldamento del cliente e va poi a distribuirsi in casa in modo convenzionale. Un regolatore consente all’utente di regolare la temperatura di ogni vano a proprio piacimento.

900°C è l’ideale temperatura di combustione per il cippato.